#IdeeItalia, una scommessa vinta

Come ha scritto qualche giornale, #IdeeItalia rappresenta una scommessa vinta. Perché l’intenzione di realizzare questa iniziativa è affiorata soltanto poche settimane fa e non era facile mettere in piedi un progetto credibile e capace di coinvolgere migliaia di persone. Grazie alla disponibilità dei relatori e all’impegno di tanti giovani volontari, con Paolo Romani, capogruppo Forza Italia al Senato, siamo riusciti a dar vita a #IdeeItalia – La voce del Paese, prima tappa di un percorso ben più lungo che, magari, continueremo nei prossimi mesi.

Tre giorni intensi di incontri, dibattiti e approfondimenti che hanno avuto come protagonisti imprenditori, professionisti, esponenti della società civile, associazioni, studenti, sindaci e amministratori locali. E poi il gran finale domenica mattina, con l’intervento del presidente Silvio Berlusconi, in una sala “Duomo” gremita.
Il successo di #IdeeItalia sta nei numeri, oltre che nel clima che si respirava all’Hotel Gallia in questi giorni: 15 workshop, 3 approfondimenti, 115 relatori, 200 giornalisti accreditati, migliaia di partecipanti. Tra questi, tantissimi giovani che hanno seguito con interesse gli argomenti trattati: dal lavoro all’innovazione, dal welfare all’impresa 4.0.
Un confronto continuo basato sull’ascolto da parte della politica delle esigenze, delle difficoltà e delle necessità dei cittadini, di chi fa impresa, dei professionisti, di coloro che rappresentano il vero motore dell’economia italiana. Sul palco di #IdeeItalia si sono alternati relatori di alto profilo, tra cui Alessandra Ghisleri, Pietro Ichino, Giorgio Squinzi, Giorgio Spaziani Testa, Luca Ricolfi, Fabio Vaccarono, Roberto Cingolani, Maria Rita Parsi. Le migliori proposte emerse da ciascun workshop sono state raccolte e consegnate al presidente Berlusconi per integrare, arricchire un programma politico che vuol far tornare l’Italia protagonista.

Ma se #IdeeItalia rappresenta una scommessa vinta è anche merito vostro. Merito di chi è stato presente in ogni appuntamento, di chi è passato all’Hotel Gallia anche solo per un saluto o di chi è riuscito a mandare soltanto un “in bocca al lupo” per sms. Ad ogni modo, grazie per aver voluto far parte di questo bel progetto!