La colonnina per denunciare casi di bullismo

“Bullo non è bello”, questo il nome dell’iniziativa, ideata dalla Croce rossa italiana, attraverso la quale alla scuola media Dante Alighieri di Spoltore, in provincia di L’Aquila, sarà installato un allarme antibullo. Per festeggiare al meglio la giornata nazionale contro il bullismo, il dispositivo sarà posizionato il 7 febbraio e con la ripresa delle lezioni dopo le feste natalizie, fino a questa data, il suo utilizzo sarà spiegato a insegnati, alunni e genitori, all’interno di quella che vuole essere una vera e propria campagna di sensibilizzazione con l’obiettivo di accendere un faro sulla pericolosità dell’odioso fenomeno.Un pulsante rosso su una colonnina azzurra consentirà agli studenti dell’istituto di denunciare episodi di violenza e tentativi di sopraffazione ai loro danni. Il meccanismo, infatti, mette i giovani alle prese con problemi di bullismo in contatto con il 114, il numero telefonico del servizio di emergenza infanzia. Non solo, perché il 114 devierà a sua volta la chiamata alla Croce rossa e alla polizia nell’eventualità dovesse riscontrare denunce di violenze, facendo così scattare l’immediato intervento delle forze dell’ordine.  Si tratta di un progetto pilota che certamente avrà, innanzitutto, un impatto immediato nel dissuadere atteggiamenti ‘sopra le righe’, contribuendo a prevenire i casi di bullismo. Qualora invece dovessero verificarsi degli episodi, per i giovani studenti sarà semplicissimo chiedere aiuto e denunciare l’accaduto. Un’ottima iniziativa insomma, che potrebbe essere estesa anche ad altri istituti, favorendo in tal modo la serenità dei ragazzi da sopraffazioni che possono lasciare a lungo il segno, quando non innescano reazioni ben più gravi.