Scrivimi - Mariastella Gelmini
19422
home,paged,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-19422,paged-386,page-paged-386,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,select-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Cari Amici,

ho pensato di aprire questa pagina sui temi che, come madre, mi stanno più a cuore e che penso interessino molti di voi. Perché la politica del palazzo troppo spesso è lontana dal nostro futuro e da quello dei nostri figli. Mi piacerebbe, con il vostro aiuto, lavorare per un’Italia migliore, più vicina alle famiglie e ai bisogni di ciascuno.

Questo è il “blog di Stella”, in questo spazio, da cittadina, vorrei affrontare alcuni problemi importanti per tutti noi; problemi che la politica solitamente trascura, salvo scoprirli quando emergono improvvisamente nella loro drammaticità, come nel caso della tragedia della discoteca di Corinaldo, in provincia di Ancona.

Vorrei parlare come madre perché la politica deve partire dalle difficoltà vissute ogni giorno dagli italiani. Ma nel mio blog ci sarà sempre spazio per una sezione dedicata alle “Buone Notizie”, perché ci sono e meritano di essere raccontate: non possiamo lasciare solo agli odiatori di professione la ‘prima pagina’. Le belle storie esistono, così come esistono le buone azioni di tante persone.

Parleremo anche di disagio giovanile, della scuola che, grazie all’impegno di insegnanti preparati e volenterosi, può e deve confermare il suo ruolo di alleato della famiglia e prepararsi ad affrontare l’invadenza dei social network e i rischi che la rete porta con sé, dando ai ragazzi nuovi strumenti. Un tema che mi coinvolge in prima persona, come donna e come mamma.

Le famiglie sono sempre più impotenti di fronte ai pericoli del web e gli adolescenti spesso si ritrovano in pericolosa solitudine. Certamente la rete non è il nemico, ma va utilizzata in modo responsabile.

Ne parleremo in questo “cantiere aperto”, perché la scuola deve fare di più, le famiglie devono trovare sostegno, la violenza non può più essere un pericolo quotidiano. Questo spazio che voglio sia il mio, è anche il vostro blog, il nostro blog. Partiamo dai giovani, dai problemi di tutti i giorni, dalla voglia di fare, di imparare, di lavorare.

Voglio confrontarmi con il modo di vivere dei ragazzi, con i loro desideri ma anche con il disagio di bambini e adolescenti, per poterne parlare con genitori ed educatori.

È un lavoro quotidiano quello che ci aspetta, perché non possiamo più – di fronte alla morte di Desirée, una ragazzina lasciata andare incontro alla droga e poi alla morte, o di fronte alle notizie di suicidi o di giochi mortali che coinvolgono ragazze e ragazzi – riprendere le nostre occupazioni come se nulla fosse accaduto.

In questi giorni ho lanciato la proposta della Carta dei diritti e dei doveri dell’adolescente digitale. È una proposta di cui vorrei parlare con voi, anche su questo blog. È un punto di partenza e non di arrivo, perché questa idea possiamo migliorarla insieme. E allo stesso tempo non dobbiamo trascurare quanto di buono si muove nella società, grazie all’impegno di tante persone di buona volontà che rendono ogni giorno l’Italia un Paese migliore. Anche questo è un piccolo contributo per le nuove generazioni, perché non dobbiamo dimenticare che il buon esempio è un grande elemento formativo. Per i giovani e non solo. Inviatemi le vostre osservazioni, idee e proposte. Questo è il nostro Blog. Benvenuti!

P.S. Vi lancio il primo alert: se condividete, aiutatemi a sostenere il Fondo per i disabili, che questo governo vuole togliere. Noi diciamo #SiAlFondoDisabili