Sondaggi

Per gli studenti di terza media – e per le loro famiglie – è arrivato il momento di una scelta cruciale: qual è l’indirizzo scolastico più idoneo per proseguire gli studi alle superiori? Il passaggio dalla scuola dell’obbligo al liceo, o a un istituto tecnico o professionale, rappresenta sempre uno scoglio difficile, che arriva peraltro nel momento delicato della crisi di crescita dei ragazzi dall’infanzia all’adolescenza, e per la scuola è un compito arduo offrire una bussola certa. Molti insegnanti stanno portando avanti un metodo grazie al quale l’orientamento formativo diventa parte integrante del processo di apprendimento, ma questo non è ancora sufficiente. Lo dimostrano i dati degli scrutini dello scorso giugno, in cui 4 studenti su 10 del primo anno delle superiori non sono riusciti a conseguire la promozione, dovendo o ripetere l’anno o recuperare debiti formativi. Segno evidente che molti studenti hanno pagato la scelta sbagliata fatta in terza media. Il criterio di selezione più comune resta quello tradizionale: i più bravi al liceo con l’obiettivo di completare gli studi all’Università, gli altri agli Istituti tecnici o professionali. Ma l’esperienza insegna che a volte, nel corso di pochi anni, l’evoluzione culturale dei ragazzi è sorprendente e porta a modificare profondamente la valutazione sul loro percorso scolastico. Per questo è necessario mettere gli studenti, con trasparenza, in condizione di compiere una scelta il più possibile responsabile e autonoma, in quello che rappresenta il primo grande investimento sul loro futuro.

Trattandosi di un tema di stretta attualità, oggi vi propongo un sondaggio sulle modalità di scelta della scuola superiore; e su quale, a vostro parere, è l’indirizzo scolastico più idoneo a favorire, in prospettiva, l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.