A UN ANNO DALLE ELEZIONI POLITICHE, IL NIENTE

Esattamente un anno fa alle elezioni politiche la maggioranza relativa degli italiani ha scelto il centrodestra per governare il Paese.
Ricordiamo poi quello che è successo nelle settimane successive, tant’è che oggi al governo, insieme alla Lega, ci sono quelli delle scie chimiche e della decrescita felice.
Tutto ciò in nome di un contratto notarile che ha condannato l’Italia alla paralisi.

Del programma di centrodestra, ad oggi, cosa resta? Poco o niente. Nessuna traccia della Flat Tax o dell’autonomia regionale, ma in cambio ci ritroviamo con un Paese in recessione, con tasse più alte, con il reddito di cittadinanza e con un decreto dignità che doveva abolire la povertà, ma abolisce il lavoro. Insomma, è stato un anno perso, è stato l’anno del cambiamento…in peggio. Chi con ostinazione afferma di voler andare avanti altri quattro anni così dovrà ricredersi molto presto.