(ANSA) – ROMA, 29 FEB – “Il piccolo Tobia va tenuto al riparo da polemiche e invettive. Non va dimenticato che gli errori dei padri non possono ricadere sui figli. E tanto meno va utilizzato per una campagna contro la famiglia, quella vera fatta da un padre e una madre. Personalmente credo che il ministro Boschi debba fare attenzione prima di lanciarsi in una guerra di religione a favore della stepchild adoption. Il nostro paese non ha bisogno di dividersi sul tema delle adozioni. Detto questo voglio ribadire la mia contrarietà al tema dell’utero in affitto, questo significherebbe sfruttamento delle donne, commercio di esseri umani “prodotti” in vitro e snaturamento della nostra società. La famiglia va sostenuta e con essa le ragioni dei più deboli, sempre i bambini. Questa la nostra stella polare e gli italiani la sanno riconoscere”.

 

Lo dice la vicecapogruppo di Fi alla Camera Mariastella Gelmini.

Categorie: Comunicati