Al via da Napoli progetto Agia contro cyberbullismo

L’attenzione posta dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza all’odioso fenomeno del cyberbullismo appare sempre più evidente, tanto che domani a Napoli inaugurerà il progetto itinerante ”Off Line-La vita oltre lo schermo”. L’iniziativa, che prevede un totale di ben 11 appuntamenti sull’intero territorio nazionale nel corso del 2019, si pone l’obiettivo di prevenire e contrastare bullismo e cyberbullismo, a partire da un’informazione mirata 3 e diretta agli adolescenti. Saranno infatti più di 5000 i minori coinvolti attraverso gli istituti scolastici che frequentano, dove sarà anche trasmesso il docufilm ‘dodicidue’ basato sulla vera storia di Alice, una ragazza che è stata vittima per ben tre anni di vessazioni e maldicenze.

Dopo la visione del filmato, si aprirà una sorta di dibattito moderato dal giornalista Luca Pagliari così che i ragazzi possano confrontarsi, avere uno scambio di opinioni, ma anche raccontarsi per condividere le proprie esperienze. Una fase cruciale dell’iniziativa quella del confronto, dal momento che, come sostiene la garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, ”Per contrastare bullismo e cyberbullismo occorre spingere i ragazzi a parlarne per questo abbiamo promosso il progetto Off Line che punta proprio a scuotere le coscienze”. ”La storia di Alice – aggiunge – dimostra che la sofferenza e il disagio si possono superare condividendo il dolore e denunciando i soprusi subiti: il suo vissuto può essere di esempio per chi si trova a vivere lo stesso disagio e non trova il coraggio di esprimerlo. Allo stesso modo ci auguriamo che quanto accade in sala possa essere di stimolo, per chi compie atti di bullismo o vi assiste, a prendere consapevolezza delle conseguenze delle proprie azioni e a capire che si è responsabili non per qualcosa ma verso qualcuno”.