Al via mese della scienza italiana a Los Angeles

Il mese di maggio sarà il mese della scienza italiana a Los Angeles. L’iniziativa, organizzata dal Consolato Italiano, dall’Istituto Italiano di Cultura e dall’ISSNAF, prevede una serie di eventi che ruoteranno attorno alla celebrazione della figura del Premio Nobel Renato Dulbecco, scomparso lo scorso febbraio a San Diego, dove viveva da tempo.

L’iniziativa è concepita come un contenitore di eventi, miranti ad esaltare il contributo dell’Italia alla ricerca scientifica internazionale, attraverso la presentazione non solo delle eccellenze italiane nei vari settori, ma anche di numerose personalità di spicco che lavorano nella West Coast.

Il filo conduttore degli eventi sarà costituito dalla mostra, 150 anni di genio italiano, curata dalla Fondazione Rosselli, in esposizione all’Istituto di Cultura fino al 7 giugno. La giornata di apertura prevede la proiezione di un filmato di Alberto Angela e la presenza di numerosi scienziati italiani e italo-americani, come Massimo Piattelli Palmarini, professore di scienze cognitive alla University of Arizona, di Vanda Monaco, Direttrice artistica della Relational Medicine Foundation, e il professor Carlo Pedretti, che porterà un suo contributo su Leonardo da Vinci, di cui è considerato una delle massime autorità viventi.

Nell’ambito della medicina il 16 maggio sarà realizzata una serata di beneficenza in collaborazione con l’associazione Un vero Sorriso, a favore della ricerca su una rara malattia degenerativa chiamata A-T (Atassia Telangiectasia) alla presenza del Dr. Richard Gatti, ricercatore presso la UCLA.

Il 22 maggio sarà dedicato alla memoria di Renato Dulbecco, con filmati e testimonianze sul premio Nobel recentemente scomparso. La serata conclusiva della manifestazione, prevista per il 7 giugno, vuole lanciare un messaggio di speranza nel futuro della ricerca italiana, attraverso la partecipazione di giovani scienziati che si stanno affermando nelle differenti discipline.

Fonte: Ansa