Da Il Giorno

Dal 19 al 24 febbraio salgono in passerella le collezioni donna per l’autunno/inverno 2014-2015. Numerose le griffe pronte a mostrare le nuove creazioni.

Milano, 19 febbraio 2014: A Milano torna la Settimana della Moda. Dal 19 al 24 febbraio sfilano in passerella le collezioni donna per l’autunno/inverno 2014-2015: 64 le sfilate in calendario – di cui 7 doppie – a cui si sommano 72 presentazioni più vari eventi su appuntamento per un totale di 143 collezioni. Da Armani a Trussardi, passando per Prada, Gucci, Missoni, Versace e Cavalli, le griffe sono pronte a mostrare le nuove creazioni. Se giovedì 20 gli occhi saranno puntati tutti sulla sfilata debutto di Jeremy Scott alla direzione creativa di Moschino ecco che è ancora top secret il nome del designer ospite di Armani, in passerella sabato 22.

Il centro di Milano Moda Donna è il Fashion Hub di Palazzo Giureconsulti a cui si uniscono Palazzo Clerici e Palazzo della Ragione dove si tengono alcune sfilate. Come da tradizione, la Fashion Week è una manifestazione per addetti ai lavori, ma da qualche anno si cerca di far interagire nella moda anche tutti i citatdini. Alcuni maxi-schermi posizionati in via Mercanti, piazza Cordusio, via Croce Rossa, piazza San Babila (angolo Vittorio Emanuele) e corso Como consentono a milanesi e turisti di seguire le passerelle dal vivo. Novità di quest’edizione sono quattro nuovi monitor allestiti alla Rinascente. Ad animare ulteriormente Milano Moda Donna ci penseranno poi 27 presentazioni e una decina di eventi che accenderanno le serate meneghine.

Inoltre c’è Milano Creativa, la app per tablet e smartphone che permette di visualizzare per data – o per zona – gli appuntamenti culturali e gli eventi legati al mondo della moda e del design. L’app debutta con Milano Moda Donna e sarà attiva anche durante il Salone del Mobile.

“Questa edizione di Milano Moda Donna si presenta forte e competitiva con una buona distribuzione delle Maison durante i sei giorni: sfilate di giovani stilisti internazionali, numerosi eventi dedicati ai giovani designer emergenti, eventi serali culturali e di immagine” commentano dalla Camere Nazionale della Moda.

IL FUORISALONE – Lo Spazio White riprende forma, colore e sostanza in via Tortona, quartiere dei creativi, con 450 espositori. Abbigliamento, ma anche accessori che vestono quanto e più di un vestito e proposte di profumi, come quelli artistici dell’aromatario Meo Fusciuni. Da quest’anno a White c’è anche una ‘special areas’: si comincia da ‘Six London Showroom’, che porta al salone milanese otto marchi della sua scuderia con una selezione di nuove calzature di respiro internazionale. Ritorna anche l’area speciale dedicata ai foulard Faliero Sarti, la qualità del prodotto made in Italy. Un linguaggio unico di ricerca sarà, invece, quello di K.T.Z. Kokon To Zai, fenomeno del momento e special guest del salone che dalla boutique londinese di Soho detta il suo stile anticonvenzionale, rigorosamente al ritmo di musica. Sceglie un’area speciale del salone anche Labo.art, progetto della milanesissima Ludovica Diligu.

A palazzo delle Scintille invece c’è Super, alla sua terza edizione: lo spazio nato dalla collaborazione tra Pitti Immagine, Fiera e Comune di Milano. Il 30% dei brand presenti a Super provengono dall’estero. Protagonisti saranno gli accessori per la prossima stagione: borse, scarpe, gioielli, occhiali e hi-tec. Un’area speciale è dedicata ai talenti emergenti con la piattaforma ‘Talents’.