Anche l'Italia sarà "nodo" dell'Istituto Europeo di Innovazione

È nato a Trento il nodo italiano dell’Ict Labs dell’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (Eit), organismo ideato per rafforzare la capacità d’innovazione dell’Unione europea . È un’iniziativa dell’Unione europea stessa, concepita per trasformare l’Europa in un leader globale dell’innovazione nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. È strutturato in sei nodi, posizionati in sei motori europei della ricerca, della scienza e della tecnologia: Berlino, Parigi, Stoccolma, Helsinki, Eindhoven e, d’ora in poi, Trento, l’unico in tutta l’Europa del sud.

Il nodo italiano ha come core partner Trento Rise (associazione fondata dal centro di ricerca trentino Fbk e dall’Università di Trento), Engineering e Telecom Italia e come partner affiliati Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, Cnr, Centro Ricerche Fiat (Crf), Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, StMicroelectronics.

Verrà inaugurato domani, nel polo scientifico dell’ateneo di Trento, nella giornata di apertura degli Ict Days 2012, la manifestazione più attesa dal settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Per l’ inaugurazione del nodo sono previsti incontri a Trento dalla mattina, con presenze annunciate, tra gli altri, di Franco Bernabé, presidente esecutivo della Telecom, Lorenzo Dellai, presidente della Provincia autonoma di Trento, e Davide Bassi, rettore dell’università di Trento.

Fonte: Ansa