Non passa giorno che le cronache non raccontino di violenze sui minori negli asili. Maestre allontanate. Indagini. Da Nord e Sud. Sta diventando un’inammissibile abitudine. È giunto il momento di dire basta. Sarebbe opportuno che il governo e la sua maggioranza, oltre alle parole di circostanza, passassero ai fatti. Votando e facendo diventare legge la proposta di Forza Italia sulle telecamere negli asili nido e le case di riposo, ovvero in tutti quei luoghi dove i più indifesi e deboli passano gran parte del loro tempo. È una questione di civiltà.

[do_widget id=shailan-countdown-widget-2]

1 commento

marco · 21 Febbraio 2019 alle 20:01

Non facciamo le cose a meta. Non solo gli asili e le case di riposo.
Le telecamere vanno messe in tutti i luoghi pubblici .
Intendo anche i luoghi privati aperti al pubblico,
come bar, discoteche, banche, ecc…
Per controllare i furti, le violenze, i furbetti …ecc…

Mi dirai ma non tutti i privati hanno i soldi per installare le telecamere.
Basta fare la riforma fiscale : flat-tax al 20% ed eliminare la moneta cartacea e pagare tutto col bancomat.
Cosi i privati avranno soldi per fare nuove assunzioni ed istallare le telecamere.

I commenti sono chiusi.