(ANSA) – ROMA, 11 FEB – “Le preoccupazioni delle banche cooperative, dopo il decreto di autoriforma del governo, dovrebbero convincere l’esecutivo a cambiare rotta. Indebolire infatti la ‘coerenza cooperativa’, come spiega Federcassa significa snaturare i principi sui quali le banche popolari hanno costruito la loro affidabilita’ nel sostegno alle aziende e alle famiglie sui territori. Il nuovo gruppo bancario che nascera’ dovra’ essere ancora il motore della ripresa per le pmi, il mondo artigiano e le famiglie che hanno avuto sempre fiducia nel credito cooperativo”.

Lo dice la vicecapogruppo di Fi alla camera Mariastella Gelmini

Categorie: Comunicati