Di Emanuele Scarci – Da Il Sole 24 Ore

Milano, 14 mar. 2014: L’export di formaggi italiani supera la soglia dei 2 miliardi di euro e delle 300mila tonnellate: un nuovo record. Secondo i dati Istat, la crescita dell’export è stata del 7,4% a volume e del 4,2% a valore. «Sono numeri davvero importanti – sottolinea Adriano Hribal, delegato della presidenza di Assolatte – e che vanno al di là delle migliori previsioni. Oramai siamo ai primissimi posti della classifica mondiale dei grandi Paesi esportatori di formaggi. In Europa abbiamo davanti solo le grandi corazzate: Olanda, Germania e Francia».

«A causa della crisi economica e per mantenere un buon livello competitivo – aggiunge Hribal – lo scorso anno abbiamo dovuto ridurre del 3% i prezzi medi dei nostri prodotti e pur avendo visto crescere i volumi non ci aspettavamo di superare la barriera dei 2 miliardi, chiudendo comunque con un ottimo attivo della nostra bilancia dei pagamenti caseari: 245 milioni di euro».

Chi sono i migliori clienti? «Sono – risponde Hribal – i nostri fornitori delle materie prime, quelle che non riusciamo a produrre in Italia: Francia, Germania, Belgio e Austria, Paesi che, da soli, assorbono il 40% delle nostre esportazioni».