Jobrapido, la start up italiana finisce agli inglesi

di Massimo SideriCorriere della Sera del 16.04.2012

La società di ricerca lavoro fondata da Vito Lomele acquistata da DMGT, il gruppo che possiede il tabloid Daily Mail

MILANO- Tutti gli startupper italiani oggi guardano a lui, Vito Lomele, da poche ore neo multimilionario. Come anticipato dal Corriere della Sera, DMGT, il gruppo editoriale che controlla il secondo quotidiano inglese per numero di copie, il tabloid Daily Mail, ha acquistato la sua creatura Jobrapido per 30 milioni di euro. La società è il secondo database mondiale per il job recruiting online, una sorta di google di settore che cattura e riordina le informazioni ad uso e consumo di chi cerca lavoro: categoria che certo non manca in circolazione. Jobrapido opera in 50 paesi diversi e nel 2011 è stato visitato da 660 milioni di utenti. Solo lo scorso marzo ha avuto 32 milioni di visitatori unici. Dunque, il prezzo non stupisce.

(altro…)

Quanto conta la tenacia per la vittoria?

di Michela ProiettiCorriere della Sera del 02.04.2012

Nove tentativi mondiali, non si è arresa. E al decimo è arrivato l’oro. Il metodo Kostner (che piace ai sociologi)

«Era il mio momento, era giusto così». Solo che il momento della medaglia d’oro, per Carolina Kostner, è arrivato dopo dieci anni (e nove mondiali), fatti di avvicinamenti (l’argento nei mondiali del 2008) e tonfi (alle Olimpiadi di Vancouver). La strada verso il successo è notoriamente in salita, ma esempi coriacei come quelli della pattinatrice italiana fanno pensare che la vera «spinta» verso la vetta sia data dalla tenacia.

E del resto, l’elenco di caparbi di successo è nutrito. Una «goccia di talento», come l’aveva definita Mick Jagger, mescolata a una volontà d’acciaio: così Madonna, madre di tutti gli ostinati, ha invertito la rotta di un percorso segnato. Fisico rotondo da americana di prima generazione e una voce, secondo i discografici, da Minnie: dallo sbarco a New York fino al 1982, quando firma il suo primo contratto, passano cinque anni neri affrontati con determinazione, e oggi rivendicati con orgoglio. Senza andare troppo lontani (e rimanendo in campo sportivo), ecco la storia di Luca Toni, campione del mondo nel 2006, ma a fine anni ’90 in serie C, nel Fiorenzuola, dove il complimento più motivante era: «sei un brocco con due ferri da stiro ai piedi». Il successo, dopo anni di gavetta, arriva nel 2003 con il Palermo. «Prima di allora non beccavo una palla,maMarta (la fidanzata, ndr)mi diceva di non arrendermi».

(altro…)

Technology review a 4 ricercatori ITT

Quattro giovani ricercatori dell’Istituto italiano di tecnologia di Genova hanno ottenuto il riconoscimento “TR35-Giovani Innovatori” ideato dalla rivista americana Technology Review del Mit e organizzato in Italia dal Forum Ricerca Innovazione Imprenditorialità dell’Università di Padova insieme a Technology Review Italia.

Il premio è nato per promuovere il valore della ricerca scientifica grazie al contributo di nuovi talenti ed è assegnato alle idee più innovative e all’avanguardia che portino allo sviluppo di tecnologie moderne o all’applicazione creativa di quelle preesistenti.

(altro…)

Buon viaggio "Edoardo Amaldi"

Un grande successo per l’industria europea ed italiana: rappresenta questo la missione, partita oggi, della navetta automatica “Edoardo Amaldi”, il terzo dei cinque Veicoli di Trasferimento Automatico (Atv) dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). «Il lancio della navetta Amaldi è un fantastico successo per l’industria europea», ha detto il direttore generale dell’Esa, Jean-Jacques Dordain. Questo lancio, come quelli in arrivo nei prossimi mesi, «dimostrano ogni giorno – ha aggiunto – quello che l’industria europea sa fare e come la competitività europea stia aumentando».

Soddisfatto anche il presidente dell’azienda Arianespace, Jean-Yves Le Gall, che considera il lancio di oggi «un’ulteriore prova di eccellenza». Non teme confronti la Astrium, l’azienda tedesca a capo del gruppo di 30 aziende di 10 Paesi europei che lavorano al programma Atv.

«Le navette automatiche europee non hanno concorrenza», ha detto il responsabile per la Astrium dei Sistemi orbitali e dell’esplorazione, Michael Menking.

(altro…)

In Centro Eedis la "memoria storica" dei disastri

Una vera e propria “memoria storica” dei disastri naturali: è quanto intende essere il Centro euro-mediterraneo di documentazione per la conoscenza e la memoria degli eventi estremi e dei disastri (Eedis), nato a Spoleto per iniziativa della storica dei terremoti e dell’ambiente, Emanuela Guidoboni.

“Uno dei problemi della società attuale è la perdita di memoria delle catastrofi“, rileva Gianluca Valensise, simologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e membro del Consiglio scientifico del centro Eedis. Gli esperti del Centro mettono infatti l’archivio dell’Eedis a disposizione degli studiosi come degli amministratori locali. L’obiettivo, spiegano, è fare in modo che la storia di terremoti, alluvioni ed eruzioni vulcaniche del passato possa trasformarsi in uno strumento utile a mettere a punto strategie di prevenzione efficaci per evitare che disastri analoghi possano ripetersi in futuro.

(altro…)

UE investe 2 mln di euro in robotica italiana

Per la prima volta il premio Erc-Advanced Grant del Consiglio europeo delle ricerche è stato assegnato alla ricerca italiana in robotica, che si conferma tra le più avanzate in Europa e il riconoscimento è stato assegnato ad Antonio Bicchi, professore ordinario all’Università di Pisa, uno dei sette tra scienziati e ingegneri italiani vincitori del premio. Lo afferma una nota dell’ ateneo pisano.

Bicchi, che dal 2004 dirige il Centro interdipartimentale di ricerca “Piaggio” dell’ Università pisana è dal 2009 senior scientist presso il dipartimento di Advanced Robotics dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. Proprio dalla collaborazione tra Iit e ateneo, spiega la nota universitaria, “è scaturito il progetto innovativo su cui la Commissione europea ha deciso di investire più di 2 milioni di euro e che punta a costruire le basi per lo sviluppo di nuove teorie e tecnologie per robot intelligenti e abili”. L’obiettivo è infatti quello di realizzare una struttura fisica e cognitiva artificiale che riproduca le caratteristiche che concorrono a determinare quella che comunemente chiamiamo “intelligenza del fare”, studiando in particolare i tratti distintivi dell’ homo faber come la mano e il tatto.

(altro…)

Studenti alla ricerca della particella di Dio

Al via dal 28 febbraio l’ottava edizione delle Masterclasses, l’iniziativa europea che porta studenti e insegnanti delle scuole superiori di tutta Italia in un viaggio nel cuore della materia e alla scoperta dell’infinitamente piccolo. Nel periodo dal 28 febbraio al 24 marzo, più di un migliaio di studenti delle scuole superiori italiane e un centinaio di insegnanti di materie scientifiche potranno essere ricercatori di fisica per un giorno grazie all iniziativa coordinata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). I ragazzi e gli insegnanti si recheranno nelle università italiane, dove verranno accompagnati dai ricercatori in un viaggio nelle proprietà delle particelle ed esploreranno i segreti delle grandi macchine che vengono costruite per trovare i componenti primi della materia.

(altro…)

Sette progetti di ricerca finanziati dall'ERC a Tor Vergata

Con un totale di sette progetti finanziati, l’Università di Tor Vergata è l’ateneo italiano con il maggiore numero di progetti europei finanziati dal Consiglio Europeo della Ricerca (Erc) nel 2011.

Due dei progetti – spiega l’università di Tor Vergata in una nota – sono coordinati da ricercatori senior e cinque da giovani ricercatori. I due ricercatori senior hanno vinto il bando “Advanced Grant 2011” e sono Roberto Testi, che insegna immunologia e Sergio Poretti, che insegna architettura tecnica.

(altro…)