Secondo una ricerca – svolta tra 780 studenti milanesi da Laboratorio adolescenza con il supporto della procura per il Tribunale dei minori – il bullismo e il cyberbullismo sono fenomeni che riguardano tutti, senza alcuna differenza d’età. “Tutti possono diventare vittime” (per il 70 per cento) e “tutti possono diventare cyberbulli” (per il 64 per cento).

Chiunque, con uno smartphone in mano, può diventare cyberbullo in un istante. Leggi qui l’indagine pubblicata oggi sul Corriere della Sera.