Appuntamento il 20 luglio sul Gran Sasso per l’inaugurazione dell’Osservatorio Climatico Portella, a quota 2 .401 metri e a circa 150 metri dal Rifugio Duca degli Abruzzi.

La stazione, la più elevata tra quelle presenti nella catena appenninica, è realizzata grazie alla collaborazione tra l’università de L’Aquila, con il Cetemps (Centro di eccellenza l’integrazione di tecniche di telerilevamento e modellistica numerica per la previsione di eventi meteorologici severi) e il Comitato Ev-K2-Cnr.

Il nuovo osservatorio permetterà di realizzare il monitoraggio continuo di parametri meteorologici e dei composti che possono alterare il clima lungo la cresta del Monte Portella, una delle vette della catena del Gran Sasso, e sarà inserita nella rete di osservatori di alta montagna Share, gestito dal Comitato Ev-K2-Cnr. La stazione funzionerà quindi in sinergia con gli altri osservatori Share presenti in Italia: quelli del monte Cimone e dello Stelvio. Costituirà quindi una dorsale per il monitoraggio atmosferico di notevole interesse per l’Italia e l’Europa.

Fonte: Ansa