Coronavirus: cancellare tassa occupazione suolo pubblico per tutto il 2020

Foto Fabio Ferrari/LaPresse 
12 marzo 2020 Torino, Italia 
cronaca 
Emergenza Coronavirus - Torino deserta nel terzo giorno di quarantena. 
Nella foto: negozi chiusi in via roma

Photo Fabio Ferrari/LaPresse 
March 12, 2020 Turin, Italy
news 
Coronavirus emergency - Torino in the third Day of quarantine caused by the coronavirus spread .
In the pic: shop closed in via roma

A marzo nella città di Milano il turismo è crollato del 95 per cento e le misure messe in campo dall’amministrazione Sala sono del tutto insufficienti per fronteggiare questa crisi economica. Perché se la saracinesca di negozi, pizzerie, panetterie, discoteche resta abbassata ormai da settimane a causa del Covid19, non basta rinviare solo di qualche mese il pagamento di tributi e affitti.

Se vogliamo aiutare subito imprenditori e lavoratori servono azioni concrete.
La tassa per l’occupazione di suolo pubblico, per esempio, che bar, ristoranti, cantieri e ponteggi sono costretti comunque a pagare a settembre va cancellata per tutto il 2020, non si può pagare per un servizio che non c’è. Così come per la Tari che va azzerata per i mesi dell’emergenza.

Dobbiamo pensare già al dopo e quando gradualmente le attività potranno riaprire, non si può pensare di gravare su quello che sarà il delicato momento della ripartenza.

Sottoscrivi la nostra Newsletter

Per restare in contatto con noi

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Una risposta

  1. Sarebbe meglio eliminare tutte le tasse per passare alla tassa-unica.
    Pe apllicare la tassa unica bisonga eliminare la moneta cartacea e pagare tutto con bancomat bonificci e assegni. La tassa deve essere una perctulae sui pagamneti simile alle % delle commisini bancarie qunado si usano i POS.

I commenti sono chiusi.

Connettiti con Mariastella

Seguimi sui Social