Coronavirus, la Lombardia in ginocchio. Restiamo a casa

img_1253.jpg

Convogli dell’esercito in fila, avvolti dal silenzio e dalla desolazione, che come in un corteo funebre portano le bare dei deceduti lombardi fuori dalla Regione per la cremazione.

Queste immagini, dure e crude, devono far riflettere tutti noi.

La Lombardia è in ginocchio. Brescia e Bergamo sono le province più colpite dalla tragedia del Coronavirus. La situazione in tutto il Nord è drammatica e purtroppo può ancora peggiorare.

Nonostante ciò vedo ancora troppa gente in giro. Per superare questo momento serve la responsabilità di ciascuno di noi. Ascoltate gli appelli del presidente Fontana, dell’assessore Gallera, e degli esperti: restate a casa, non uscite per salvaguardare la salute dei più fragili. Insieme ne usciremo

Sottoscrivi la nostra Newsletter

Per restare in contatto con noi

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Una risposta

  1. Bisongnerebbe eliminare tutte le tasse almeno per il 2020.
    Meglio eliminarle per sempre. Infatti…
    Le tasse servono per pagare gli stipendi ai dipendenti pubblici.
    Basterebbe cambiare politica ( meglio se a livello mondiale )
    e dire che gli stipendi pubblici lo Stato li deve pagare stampando moneta.
    In questo modo le tasse verrebbero eliminate cosi che i privati vivono del loro lavoro
    mentre i dipendenti pubblici con i soldi stampati dallo Stato.

I commenti sono chiusi.

Connettiti con Mariastella

Seguimi sui Social