DOPO DI NOI: CONFERMATI I TAGLI NELLA MANOVRA

Il governo gialloverde si conferma contro i disabili e contro i meno fortunati. Nel passaggio alla Camera della legge di bilancio ha bocciato i nostri emendamenti a firma Giusy Versace e quelli di Matteo Dall’Osso. Adesso veniamo a scoprire che nella manovra non sono state ripristinate le risorse – come piu’ volte annunciato dal ministro Fontana – per il fondo per il “dopo di noi. Questa legge aveva istituito, dal 2016, un Fondo per l’assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Il fondo era stato tagliato di 10 milioni: 5 milioni per il 2018 e 5 milioni per il 2019 (passando dai 56,1 milioni previsti dalla legge, ai 51,1 milioni). Il governo e il ministro per la Famiglia e la disabilità, Lorenzo Fontana, hanno in più occasioni garantito non solo di ripristinare le risorse tagliate, ma anche di aumentare le risorse complessive a disposizioni del Fondo, fino a 60 milioni di euro. La realtà è che ad oggi non un centesimo è stato stanziato per ripristinare e incrementare il Fondo per il “dopo di noi”. Altro che “dalle parole ai fatti”, qui si chiacchiera solamente e i fatti non esistono.