È risaputo ormai che le tossicodipendenze rappresentano un’emergenza per Milano. Purtroppo non c’è solo il tristemente noto “boschetto” di Rogoredo, ma la droga dilaga anche nelle aree della movida e nei quartieri popolari più a rischio, dove lo spaccio è diventato una grande industria. Dispiace che, in occasione dell’Hemp Fest – il festival internazionale della canapa tenutosi in città dal 3 al 5 maggio – il sindaco Sala abbia fatto come Ponzio Pilato, perdendo l’occasione di circoscrivere un evento così dannoso. E anche il fatto che oggi la maggioranza in Consiglio comunale abbia voluto solo illustrare la mozione presentata da Forza Italia (per condannare e vietare la manifestazione), per poi rinviare il voto alla prossima seduta dell’assemblea consiliare, ci conferma che il problema della droga è decisamente sottovalutato e non al centro dell’agenda politica della giunta Sala.
Invece di rinviare il problema, bisogna lavorare subito per costruire un nuovo percorso a beneficio dei nostri ragazzi, fatto di responsabilità e impegno contro ogni forma di dipendenza, pensando magari a un incontro aperto alla comunità scientifica, ai servizi pubblici coinvolti nell’attività di prevenzione e recupero, al mondo del volontariato, alle Forze dell’Ordine e alle scuole. Dopo aver trasformato Milano per tre giorni nella capitale della cannabis facciamo in modo che la nostra città possa contraddistinguersi invece per un contributo importante nella battaglia contro la droga.


2 commenti

marco · 15 Maggio 2019 alle 21:30

Il commento è ancora in attesa di approvazione. Come mai ?
1) Se non vi piace, potete cancellarlo.
2) Nessuno gestisce i commenti che in automatico vengono messi in attesa; e non verranno mai resi visibili.

marco · 7 Maggio 2019 alle 13:41

Bisogna innanzi tutto fare la riforma della giustizia.
La giustizia in Italia è troppo lenta e di ambigua interpretazione.
In certi casi deve diventare una giustizia lampo; ad esempio :
1) Se dopo essere uscito di casa per fare la spesa arriva uno che te la occupa, e non riesci a rientrare in casa tua;
non devi fargli causa e aspettare 1 o 2 anni prima che il giudice decide di sfrattare l’occupante. Lo sfratto deve esse fatto subito ( verificata la denuncia da parte dei carabinieri ) nell’acro della giornata.
2) Se uno prende la pensione da invalido ( per esempio perché e cieco )e poi viene beccatto mentre guida l’auto, non bisogna fargli causa e aspettare 1 o 2 anni in attesa della sentenza del giudice.; ma va subito arrestato.
3) Se uno timbra il cartellino e poi al posto di iniziare a lavorare va a fare la spesa; va arrestato subito.
4) Se uno viene beccato in possesso di droga; va arrestato subito.
5) Se uno fa una denuncia per molestie. La vittima va sorvegliata a vista e alla prima prova di molestie; il molestatore va arrestato subito.
Le pene devono essere adeguate .
1) Se uno ruba 10 euro ne deve restituire 20. Se ruba 100euro ne deve restituire 200. Se non ha soldi va in carcere dove viene costretto a lavorare ( ad esempio: pulisce i cessi lava i piatti nel carcere ) fino a quando non ha restituito i soldi.
Inoltre per senso della giustizia vanno eliminati i privilegi.
1) I vitalizi vanno eliminati.
2) La camera va eliminata, ci bastano 100 senatori.
3) Le provincie e le regioni vanno eliminate; ci bastano i comuni.
4) Introdurre il vincolo di mandato : alle elezioni nazionali deve vincere un solo partito o una sola coalizione; non si deve essere governati da partiti che fanno alleanze dopo il voto.
5) Se l’Italia vuole stare in UE tutti gli stati UE devono pagare le stesse tasse e avere gli stessi stipendi. Non ci possono essere stati UE dove gli operai guadagnano 300 euro al mese e stati UE dove gli operai guadagnano 1000 euro al mese.
.

I commenti sono chiusi.