E’ nuova emergenza droga tra i minori

Quello tra minori e droga è un rapporto con tante sfaccettature, si muove su binari paralleli ma distinti: da un lato gli utilizzatori, dall’altro i corrieri, tornati a fare irruzione nelle pagine di cronaca proprio in questi giorni, dopo l’operazione della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, che ha portato alla scoperta di un’organizzazione criminale nel quartiere partenopeo di Ponticelli. I giovani, rigorosamente minori e quindi non penalmente imputabili, sono sempre stati utilizzati dalla criminalità organizzata come ‘fattorini della droga’ al servizio dei clan. Da qui a diventare utilizzatori, anche solo per gioco o per prova, il passo è breve.

Al di là di questa tremenda realtà, l’uso delle droghe, specialmente quelle leggere, è frequente anche tra gli studenti che spesso hanno il primo contatto con gli stupefacenti proprio a scuola o comunque nelle zone limitrofe. Anche in questo caso, passare a un ‘livello successivo’ diventa cosa facile, dalle feste, alle discoteche, alle serate nei quartieri dove lo spaccio è più diffuso. E’ così che da gioco pericoloso, sperimentazione, “passatempo” con gli amici, la droga prende il sopravvento e diventa un vizio tremendo dal quale è difficile tornare indietro e che fagocita giorno dopo giorno. Un vizio che tantissime volte è anche sintomo di un forte disagio sociale.

Lo si è visto recentemente in più di un’occasione: siamo alle prese con un fenomeno preoccupante, perché c’è una nuova emergenza droga, diversa dal passato, come il boom della cocaina o quello dell’eroina che coinvolgevano pur sempre giovani, ma di una fascia d’età decisamente più alta. Oggi, il problema riguarda anche i minori e la diffusione di stupefacenti dalle conseguenze devastanti è estrema. Dalle droghe sintetiche, al crack, agli oppiacei stessi, l’età dei consumatori abituali si abbassa sempre più. Per questo la questione è tanto più complicata, perché la droga costa ed è anche molto cara e nella maggior parte dei casi questi giovanissimi non dispongono, ovviamente, della disponibilità economica necessaria, ma pur di ottenerla sono pronti a tutto. Proprio a tutto! Le pagine dei giornali e i tg sono pieni di episodi drammatici che riguardano minori e droga, di storie sconvolgenti alle quali bisogna dire basta con fermezza.