Di Alice Fumis

Roma, 23 apr. 2015: “Sebbene contrari all’attivazione di percorsi di abilitazione speciali (PAS), distinti rispetto al TFA e con procedure meno selettive, riteniamo che ora il Governo debba essere coerente con le scelte fatte nel 2013, non creando ulteriore segmentazione tra il personale della scuola. Chiediamo pertanto che anche gli abilitati attraverso i percorsi PAS vengano inseriti nel piano straordinario di assunzioni, non essendo abilitati di serie B”: così Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera. “Avevamo più volte sollecitato il Ministro Profumo a ripensare al percorso PAS in quanto, prevedendo un numero di posti che prescindeva dalla stima dei fabbisogni, circa 70.000 unità, avrebbe finito con il creare nuovo precariato. Ora questo è il dato di fatto, anche queste persone hanno maturato una legittima aspettativa all’assunzione che – sottolinea – non può essere mortificata e deve essere presa in considerazione da un Governo che si propone di eliminare il precariato nella scuola” (ANSA).