Roma, 16 feb. 2014: “Scegliendo di personalizzare lo scontro sulla base di un’ espressione attribuita a Lenin e con la quale si volevano indicare gli amici inconsapevoli dell’ Urss in occidente, Alfano denuncia le difficoltà strategiche in cui versa il suo partito. Il suo spazio politico è sempre più stretto dopo la scelta di Forza Italia di svolgere un’ opposizione responsabile e seria verso il nuovo esecutivo. Alfano sperava evidentemente in un’ opposizione sulle barricate per intestarsi la rappresentanza dei moderati. Non è così. Sarà invece costretto a un duro negoziato per avere le poltrone. La rappresentanza dei moderati è saldamente nelle mani di Forza Italia” (AGI).