Milano, 3 giu. 2014: “Malpensa può rafforzare il  traffico merci ma non può diventare un aeroporto per cargo e basta. L’ accordo con  Etihad ha certamente evitato il disastro: c’è un investimento utile. 
La questione centrale adesso è un’ altra: il piano industriale. Oggi di chiaro c’è un dato, gli esuberi, cioè i  lavoratori che Etihad non vuole, sono circa 2.400/2.500”.

“Forza Italia dice ‘no’ allo scarico dei costi sui contribuenti. Diciamo inoltre con chiarezza che il  Governo deve esigere un piano industriale positivo per Malpensa. Un aeroporto è un servizio pubblico, un presidio per tutta l’ economia del territorio. Ci sono interessi pubblici in gioco che non sono solo quelli di Alitalia e di Etihad. Ci sono i lombardi e le imprese della Lombardia. C’è di mezzo una regione che è il motore d’ Italia. C’è di mezzo Expo” (Adnkronos).