Roma, 20 gen. 2016: “Vogliamo sottolineare il ritardo con
il quale il governo Renzi vuole non affrontare la riforma delle
banche di credito cooperativo. Queste sono banche sane,
istituti di prossimita’, del territorio e sono le banche che
danno credito alle piccole e medie imprese, cioe’ il sistema
produttivo italiano. Hanno chiesto una riforma, un’auto riforma
che noi valuiamo positivamente perche’ serve a tutelarle
rispetto al nuovo scenario di competitivita’ europea all’unione
bancaria”. Lo ha detto Mariastella Gelmini, vice capogruppo
vicario di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con
i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.

“Il governo faccia presto – ha proseguito -, non arrivi in
ritardo anche rispetto a questa necessita’, cioe’ salvaguardare
il terzo polo bancario italiano, perche’ se valutiamo le banche
del credito cooperativo nel loro complesso esse rappresentano
il terzo polo, quindi – ha concluso Gelmini – una realta’
preziosa, da tutelare e da salvaguardare”(AGI).