Roma, 20 gen. 2016: “Salvare il sistema creditizio e i
risparmiatori da questo governo”, con una serie di interventi a
partire dalla riforma delle Banche di credito cooperativo. E’
l’obiettivo di Forza Italia, illustrato in una conferenza stampa alla
Camera dal capogruppo Renato Brunetta, dalla sua vice Mariastella
Gelmini, dalla responsabile Comunicazione del partito Deborah
Bergamini, dal vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, dal
vicepresidente della commissione Finanze Sestino Giacomoni e da Catia
Polidori membro della commissione Attività produttive.

“In due anni di governo, Renzi non ha fatto nulla per il sistema
bancario -ha sottolineato Brunetta- e quello che ha fatto si è
rivelato un vero e proprio boomerang”. Così si registra una “fuga dal
risparmio”, perchè “nessuno che sia sano di mente tiene azioni e
obbligazioni in banche”.

Di qui le quattro proposte del movimento azzurro: commissione di
inchiesta per far luce sulla vicenda relativa al fallimento delle
quattro banche territoriali; risarcimento anche per gli
obbligazionisti subordinati; semplificazione dei formulari; e
soprattutto la riforma delle Banche di credito cooperativo.

Sono “le banche di prossimità -ha ricordato Gelmini- che
danno credito alle piccole e medie imprese, sono banche sane e
rappresentano insieme il terzo polo dopo Unicredit e Banca Intesa. C’è
la disponibilità parlamentare ad affrontare questo tema, il pluralismo
è un valore, pensiamo che il risparmio non possa essere gestito da
poche grandi banche”.

“Se il governo vuole smontare il modello -ha concluso l’esponente
azzurra- lo dica chiaramente ma non arrivi in ritardo” (AdnKronos).