Obiettivo resta rilancio coalizione per costruire alternativa a Renzi

Roma, 23 giu. 2015: “Credo sia interesse di Salvini e Maroni consolidare l’alleanza con Forza Italia. Del resto, già governiamo insieme la Lombardia, la Liguria e il Veneto. Sono esempi di buongoverno. Si può sicuramente trasferire nuovamente questa capacità a livello nazionale”. Lo dice all’Adnkronos Mariastella Gelmini, vice presidente vicario dei deputati di Forza Italia, commentando la reazione del Carroccio alle parole di Silvio Berlusconi sul nuovo ‘contenitore’ per il centrodestra. Una reazione che è apparsa un po’ fredda.

I temi affrontati dal Cavaliere saranno certamente al centro del faccia a faccia di questa sera tra Berlusconi e il segretario della Lega. Un colloquio, aggiunge Gelmini, “che auspico si traduca in un confronto franco e costruttivo fra i leader di due partiti che storicamente sono alleati. L’obiettivo non può che essere quello di rilanciare la coalizione di centrodestra. L’incontro di questa sera è una tappa per costruire l’alternativa al governo Renzi”.

Milano e la successione di Pisapia alla guida della città potrebbe non essere al centro del colloquio tra i due leader: “Non so -spiega l’ex ministra – se stasera se ne parlerà. Certamente, Milano è un appuntamento strategico per il centrodestra, è la città di Berlusconi come di Salvini. La cosa importante è costruire l’alternativa ad un governo fallimentare della sinistra, sia in termini di sicurezza, sia per quel che riguarda le tasse, la burocrazia, le periferie. L’Importante è voltare pagina”, conclude Gelmini (AdnKronos).