Milano, 24 giù. 2015: “Non è Milano che affonda con la Città
metropolitana: ad affondare è la sinistra milanese e nazionale, e la sua costante, immutabile inconcludenza. Nel 2011 hanno promesso la ‘primavera’ arancione per Milano, fallita a poco più di metà mandato con la rinuncia del Sindaco a ricandidarsi e nessuna
realizzazione del programma. Ora anche la Città metropolitana
naufraga dopo alate promesse e decine di convegni a base di
favole. Invece che abolire le Provincie e distribuire le competenze tra Comuni e Regioni, il Governo ha creato un carrozzone vuoto con la Legge Delrio. Ora tutto naufraga nei debiti, con un surreale scaricabarile tra il Pd milanese e il Pd governativo, come se non fossero la stessa cosa. Naufraga Roma, naufraga Milano. Per citare un vecchio successo: e’ “la solita canzone, che sai già come fa”: la Sinistra vince con le promesse e i sogni, e poi fallisce tra le liti e le recriminazioni interne. Nel 2016 a Milano la solita canzone cambierà, e vinceranno i moderati”.  Così Mariastella Gelmini (Italpress).