Gelmini, Forza Italia: con Cassazione bifronte giustizia al macero

Roma, 17 APR. 2015: ”La stessa Corte, lo stesso giudice relatore sulla vicenda Mediaset e sul reato di frode fiscale, nell’arco di pochi mesi ha potuto emettere due giudizi, uno contrario dell’altro per la stessa fattispecie. E’ accaduto in Italia, ed è soltanto l’ultima delle eccezioni, tutte sfavorevoli, capitate a Silvio Berlusconi. Berlusconi è stato condannato nel 2013, e fatto decadere dal Senato, per un reato e con una sentenza che lo stesso giudice, di fronte alla stessa fattispecie di reato, non ha esitato a ribaltare a favore dell’imputato. Come tutto questo sia potuto accadere e come la stessa Corte, costituzionalmente votata a costruire l’uniformità del diritto nell’applicazione delle sentenze, rimane un mistero che, a questo punto, possiamo dire un mistero lungo quasi vent’anni. Se una patologia andava cercata nella giustizia italiana, l’uno-due della Cassazione ne offre uno spaccato drammatico. Alla luce di quanto è successo, diventa decisiva la sentenza della Corte di giustizia di Strasburgo. Si tratta, a questo punto, di ripristinare la fisiologia della giustizia uscita gravemente compromessa per i comportamenti del suo supremo organo. Con una Cassazione bifronte, per la giustizia c’e’ il rischio di finire al macero”. Lo dichiara in una nota Mariastella Gelmini (Il Velino).

Sottoscrivi la nostra Newsletter

Per restare in contatto con noi

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Connettiti con Mariastella

Seguimi sui Social