Fi si fa carico di allarme lanciato da Confindustria.

Roma, 29 ago. 2014 ” Le parole accorate del presidente di Confindustria sono un richiamo a tutta la politica e al governo in  particolare. Ha ragione Squinzi quando invita tutti a smetterla con  gli annunci perché in assenza di fatti e azioni operative concrete e  immediate l’ Italia non riparte. La drammatica condizione in cui versa l’ economia italiana e la finanza pubblica non tollerano più esitazioni o incertezze. Quando Squinzi denuncia il persistere di una diffusa cultura anti-impresa colpita da raffiche di tasse e chiamata a pagare il conto per tutti, mette il dito su una piaga purulenta”.

” Senza un grande travaso di risorse dallo Stato alle imprese e 
alle famiglie, il Pil sarà negativo per il terzo anno consecutivo, con ciò complicando ulteriormente le politiche fiscali del governo. Forza Italia si fa carico dell’ allarme lanciato da Confindustria ed è pronta a fare la sua parte in Parlamento per evitare che il Paese finisca sugli scogli”.

” Tocca però al governo e alla maggioranza indicare una rotta , senza le improvvisazioni fin qui viste. Altri Paesi, penso alla Spagna, hanno superato una condizione più complicata della nostra grazie al fatto che chi governa non ha cercato sempre e comunque l’ applauso. Esso è arrivato ma solo dopo una stagione di fischi” (AdnKronos).