Roma, 17 dic. 2014:  “Le valutazioni del sindaco di Verona Flavio Tosi sullo stato del centrodestra non vanno lasciate cadere”. Lo dichiara in una nota Mariastella Gelmini.
“Si può discutere, e sicuramente si discuterà, sulle procedure più idonee per ricompattare il vasto campo politico dei moderati e dei liberali, ma il fatto che Tosi si rivolga senza pregiudizi a ciascuno degli attori, da Forza Italia alla Lega Nord a Ncd e ad altri soggetti, è un segnale positivo. Rimango convinta che in questa parte dello schieramento politico ci siano muri da abbattere per recuperare un perimetro vasto all`azione politica e all`elaborazione culturale”.
“Il centrodestra deve cogliere ogni spinta aggregativa, da qualunque parte essa provenga e valorizzare ogni soggetto politico. Questo è possibile se ciascuno di noi avrà l`umiltà, e quindi la forza, di mettere da parte personalismi e protagonismi per ridefinire e ammodernare il nostro programma politico. Nel solco dell`impulso liberale portato nel `94 dal Presidente Berlusconi, credo nella possibilità di un rilancio dello schieramento riformista e liberale. Impegniamoci tutti, allora, per bonificare il campo dalle incomprensioni e dagli equivoci sui quali la sinistra, storicamente minoritaria in Italia, ha potuto costruire le sue temporanee fortune” (askanews).