‘Ora riunire i moderati, andiamo avanti con le riforme’.

Roma, 26 mag. 2014: ” Le doti di marina Berlusconi non hanno bisogno di essere illustrate e colgo nel partito una assoluta apertura verso questa ipotesi, che però necessita di un atto di volontà della stessa Marina, che finora è mancato. Se e quando riterrà di impegnarsi, sarà un bene per Fi e per il Paese. Intanto, Berlusconi resta e sarà sempre il nostro leader e ha già in cantiere una nuova forma di partito, giovane e strutturato”. Così Mariastella Gelmini in un’ intervista a Repubblica. 
”Bisogna avviare una riflessione nel centrodestra. Al netto della percentuale del Ncd bisogna discutere e tornare a riunire i moderati. Quanto a noi, radichiamo Forza Italia, partiamo da chi ha preferenze e voti sul territorio”.
L’ ex ministro rassicura sulle riforme. ” Illogico pensare che il percorso delle riforme traballi per un risultato elettorale”.
Per Gelmini ” il concetto di tripolarizzazione è tirato per i capelli: Forza Italia è un partito di sistema, che si riconosce nella Carta Costituzionale e condivide con gli altri partiti il rispetto e la lealtà alle istituzioni. Il M5S è una forza antisistema. Dunque siamo noi secondo polo nella politica che agisce per cambiare il Paese e non per distruggere le istituzioni” (ANSA).