MIlano, 13 mag. 2014: “Chi ha sbagliato deve pagare e deve pagare in maniera forte. Questa vicenda offusca il buon nome dell’Italia. Noi restiamo garantisti, ma la magistratura è giusto che vada fino in fondo e colpisca dove c’é da colpire. E’ un clima che rischia di gettare un’ombra anche sulla buona politica, e che rischia di favorire l’immagine di politica opaca, quella per cui ’sono tutti uguali’. Devo dire che in questo condivido quanto detto dal premier Matteo Renzi: non ci siano ritardi, vanno fermati i responsabili delle illegalità, non i lavori. Il rischio é che abbia la meglio chi gioca al tanto peggio tanto meglio, come Beppe Grillo. Ma io temo soprattutto un incremento ulteriore dell’astensionismo. Sarebbe un peccato: perché in questa vicenda sono coinvolte alcune persone, le cui responsabilità vanno accertate e punite, più che i partiti”  (AdnKronos).