Gelmini, Forza Italia: Fiat. Simbolo crisi Italia ma non ha colpe

Roma, 29 gen. 2014: “Il trasloco di Fiat sull’ altra sponda dell’ Atlantico, con le decisioni connesse di stabilire in Olanda la sede legale e quella fiscale in Gran Bretagna, è l’ esito di una vicenda annosa e complessa. Essa è il simbolo della crisi radicale del sistema industriale italiano e dell’ inerzia di questo governo incapace di restituire un orizzonte alle imprese. Se per competere nel mondo globale si deve lasciare l’ Italia, abbiamo la prova del fallimento delle politiche economiche, sociali e sindacali del Paese. Fiat ha posto, in termini molto simili, gli stessi problemi che pone oggi Electrolux. Come salvaguardare posti di lavoro e rimanere competitivi? Tagliando gli stipendi in una prima fase. Wolkswagen lo ha fatto quattro anni fa, d’ intesa con i sindacati. Nessun tedesco ha trovato scandalo. Oggi insidia il primato mondiale di Toyota quanto ad auto vendute. L’ Italia dei veti incrociati e dei “no” a prescindere fa pagare oggi un prezzo altissimo ai lavoratori. Fiat non porta colpe per la deriva rapida e inarrestabile in cui Monti prima e oggi Letta hanno portato il sistema industriale. Il governo venga in Parlamento a riferire non tanto sulla Fiat, azienda privata libera di muoversi nel mondo, quanto sulle misure che intende prendere per evitare altri casi ‘Fiat'” (Dire).

Sottoscrivi la nostra Newsletter

Per restare in contatto con noi

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Connettiti con Mariastella

Seguimi sui Social