Roma, 9 lug. 2014: “Si discute tanto di contrastare la violenza alle donne, soprattutto quando avvengono le tragedie. Ma l’ indignazione si raffredda quando si tratta di aprire i cordoni della borsa, basti pensare alle risorse che il governo vorrebbe assegnare per due anni ai centri antiviolenza: 3mila euro.
Domani a Roma è attesa l’ ultima decisione nel corso della Conferenza Stato-Regioni. Fuori, a protestare, ci sarà una folta rappresentanza di centri antiviolenza e, in particolare, ci saranno le operatrici milanesi. Milano è stata in questi anni all’ avanguardia nelle iniziative di sostegno alle vittime di aggressioni, violenze sessuali, stalking, maltrattamenti, costruendo un network avanzatissimo di luoghi e interventi di assistenza, ascolto, tutela, presa in carico anche dei familiari delle vittime” (ANSA).