Sirmione, 21 set. 2014: Raffaele Fitto invoca la selezione dal basso per Forza Italia e incassa, a Sirmione, un lungo applauso. Per l’ intervento di chiusura di Silvio Berlusconi della scuola di formazione politica organizzata da Mariastella Gelmini sul lago di Garda c’ era tutto o quasi lo stato maggiore del partito. In programma, prima del leader, era previsto un dibattito sul futuro di Forza Italia ma la presenza del Cavaliere ha ridotto i tempi previsti per la discussione.
Brevi interventi, quindi. Ma Raffaele Fitto ha fatto in tempo a raccogliere un caloroso applauso della platea di giovani forzisti quando ha ribadito che “chiedere di discutere” sul futuro di un partito che sia alternativo a questo governo non vuol dire “porre questioni contro qualcuno”. Fitto ha insistito che in Forza Italia c’ è “bisogno di una selezione della dirigenza fatta dal basso, con candidati riconoscibili dalla gente”, immaginando una selezione con le primarie già per le prossime Regionali.
Oltre a Gelmini e Fitto, a Sirmione hanno preso la parola fra gli altri anche Giovanni Toti, Paolo Romani, Mara Carfagna e Maurizio Gasparri.  Gelmini ha so