Roma, 13 apr. 2015: “Il Governo turco ha superato il segno. Comprensibile anche se non giustificabile la volontà di non ricordare il genocidio perpetrato contro gli armeni. Ma ricondurre la generosa e limpida scelta del Santo Padre alle sue origini argentine, per ricordare uno scenario oscuro al quale in nessun caso il Papa può essere assoggettato è indegno. E sicuramente inaccettabile per un paese che vorrebbe entrare nell’Unione europea”. Lo ha scritto su Facebook Mariastella Gelmini.  “L’Italia e la Farnesinahanno il dovere di andare oltre le parole per scegliere un atto che faccia comprendere i sentimenti del nostro paese”, ha concluso (Askanews).