Gelmini, Forza Italia: Istat. Ancora preoccupante disoccupazione giovanile

Roma, 1 set. 2015: ”I dati dell’Istat sono positivi rispetto a quelli delle ultime rilevazioni, confermando un trend che si sta registrando in tutta Europa con un tasso di disoccupazione intorno al 10%. I dati sull’occupazione in Italia certificano una debole riduzione della disoccupazione, che scende al 12%, ma non autorizzano in alcun modo i toni propagandistici del governo usati finora”. Lo afferma Maria Stella Gelmini vice capogruppo alla Camera di Forza Italia. ”Da tempo – prosegue – invitiamo il Governo ad essere cauto sui numeri dell’occupazione, evidenziando come fosse necessaria una seria analisi del trend dell’occupazione nel medio periodo e non una semplice operazione aritmetica di conteggio delle assunzioni e delle cessazioni. Contrariamente, il Governo concentra l’attenzione solo sull’aumento dei contratti stabili, senza considerare che in molti casi si tratta di trasformazioni di contratti di lavoro a termine dovute piu’ al robusto bonus previsto dalla legge di stabilita’, che non di effetti del Jobs Act. Quello che continua a preoccupare e’ il tasso di disoccupazione giovanile. Sebbene sia rientrato il dato shock dello scorso mese di giugno che ha fatto registrare un record storico con una percentuale di quasi il 43% di giovani disoccupati, non possiamo essere confortati dal dato diffuso oggi. Continuiamo a sostenere una visione liberale di un mercato del lavoro in cui sia lasciata all’autonomia delle imprese la possibilita’ di scegliere la migliore modalita’ di organizzare il rapporto di lavoro, secondo le reciproche esigenze. Ma riteniamo che sia necessario prevedere anche nella prossima manovra finanziaria il bonus assunzionale per le assunzioni del 2016. Diversamente, correremmo il rischio di non sostenere nemmeno il trend che si e’ attivato nel mercato del lavoro negli ultimi mesi”.(ANSA)