Roma, 13 nov. 2014:  L’accordo in casa Dem sulle modifiche al Jobs Act non piace al Ncd e nemmeno a FI. Brunetta attacca: “Approvare la delega prima della legge di Stabilità è una forzatura del governo, un vero e proprio sopruso, che la dice lunga sull’attitudine del governo a non rispettare” il Parlamento. Per Mariastella Gelmini “il testo subisce emendamenti che ritardano le riforme richieste dalla Ue e “reintroducono l’art.18, nonostante le rassicurazioni del premier”. “L’esecutivo mantenga le promesse”, ammonisce Gelmini.