Roma, 11 APR. 2015: ”Il governo ha scovato un tesoretto nel Def di 1,6 miliardi da distribuire non si sa ancora come. Ora, l’Italia non è esattamente l’isola del tesoro né abbiamo Robinson Crusoe alla guida del governo. Da un esecutivo che dice di avere uno sguardo lungo sulla legislatura gli italiani si aspettano scelte avvedute in materia fiscale, a cominciare, per fare un esempio, dai 16 miliardi da trovare per evitare che dal primo gennaio scatti l’ennesimo aumento dell’Iva”. E’ quanto dice Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario alla Camera di Forza Italia. ”Tralascio la coincidenza singolare fra il ritrovamento di un tesoro e le imminenti elezioni regionali, mi chiedo, e con me Forza Italia si chiede se la priorità dell’esecutivo non sia in questo momento un riordino della spesa pubblica corrente, con quei tagli sempre e solo annunciati, per evitare nuovi salassi fiscali i cui effetti depressivi congelerebbero ogni tentativo di ripresa. Il tesoretto oggi, come gli 80 euro ieri, è polvere negli occhi degli italiani mentre le tasse che massacrano le imprese e i lavoratori sono la dura realtà quotidiana. Renzi continua a intravvedere segnali incoraggianti per l’economia. Ma quei segnali, ammesso che ci siano, hanno bisogno di scelte coraggiose sul piano fiscale. E queste può farle soltanto un governo che non sia perennemente in campagna elettorale” (ANSA).