Gelmini, Forza Italia: Lavoro. Dati Istat confermano evanescenza Jobs act

Roma, 4 giu. 2015: “I dati trimestrali sulle forze lavoro Istat confermano le nostre previsioni: il Jobs Act non sta affatto facendo crescere l’occupazione totale netta, come il Governo ha cercato affannosamente di dimostrare prima delle elezioni regionali. L’aumento dei contratti a tempo indeterminato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e’ pari allo 0,2%. Crescono solo i contratti a tempo determinato (+3,1% per il tempo pieno e +4,3% per il tempo parziale). E’ chiaro che le imprese continuano a prediligere il contratto a tempo determinato nonostante le misure del Governo”. Cosi’ Mariastella Gelmini.
“Inoltre, la lieve flessione del tasso di disoccupazione, interessa solamente il Nord (-0,4 punti) e il Mezzogiorno (-1,2 punti), mentre nelle regioni del Centro, il tasso addirittura sale al 12,1% – aggiunge -. Per ora, l’incrocio dei dati del Ministero del lavoro e di quelli forniti dall’Istat dimostra che non siamo dinanzi a un’inversione di tendenza: i risultati molto scarsi in termini di capacita’ di attivare i giovani nel mercato e di accompagnare i soggetti che perdono il lavoro. Resta la necessita’ di investire sulle politiche attive. Aspettiamo di vedere la bozza di decreto delegato che il Governo dovrebbe approvare venerdi’ prossimo: capiremo li’ se il Jobs Act rimane una riforma nominalistica o assume il profilo di una riforma vera” (ITALPRESS).