Mandelli: mia prima denuncia rapina a Casse Professioni riserva aurea

Roma, 12 nov. 2014: Andrea Mandelli, senatore di Forza Italia e presidente della Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani, rivendica il “triste primato di aver denunciato, per primo, in Parlamento, l’ennesima rapina ai danni dei professionisti”, mediante la salita di 6 punti percentuali (al 26% dal 2015) del prelievo fiscale sulle rendite finanziarie da investimento delle loro Casse previdenziali. E lo ribadisce stamani, parlando nel corso della tavola rotonda organizzata nella Capitale dalla Cassa pensionistica dei ragionieri, invitando le categorie a “fare rete, diventare sempre più unite”, giacché i professionisti rappresentano “la spina dorsale del Paese”, la cui voce unitaria si deve sentire. Invece, continua l’esponente azzurro, considerate le mosse del governo nella Legge di Stabilità, i professionisti e gli enti cui versano i contributi sono visti come “una riserva aurea” cui attingere. Sia Mandelli, sia la collega deputata Mariastella Gelmini, intervenuta al convegno, hanno ricordato che sono stati depositati emendamenti alla manovra economica all’esame della Commissione Bilancio della Camera, “Peraltro – osserva l’ex ministro dell’Istruzione – alcuni bipartisan, che individuano coperture alternative” per scongiurare l’aumento della tassazione a carico degli enti. La Legge di Stabilità, ricorda Gelmini, “attacca le Casse di previdenza dei professionisti su tre fronti: alza la tassazione sui fondi pensione al 26%, infierisce sul Tfr e colpisce la previdenza integrativa”, inoltre, conclude, “non viene nemmeno specificato a cosa serva questo prelievo a danno degli istituti, e cosa andrà a finanziare”. (ANSA).