Roma, 12 ott. 2015:  “Il richiamo di oggi di Carlo Sangalli e’ sacrosanto, e lo dimostrano i dati: non si torna a crescere se non si tagliano le tasse. Chiedere al governo il taglio dell’Irpef attraverso una vera spending review e’ doveroso. Ma c’e’ un’altra condizione indispensabile: che non aumentino le tasse locali, come e’ avvenuto in questi anni. A Milano, Pisapia entra negli annali come il ‘Sindaco tassatore’: piu’ che raddoppiata la pressione fiscale sotto il suo mandato. E la sinistra milanese non ha alcuna intenzione di cambiare registro. Serve dunque un candidato Sindaco che con politiche liberali abbassi le tasse a tutti i milanesi. Cosi’ – e solo cosi’ – Milano avra’ un futuro di sviluppo anche per il dopo Expo”. Lo afferma Mariastella Gelmini, vice capogruppo di Fi alla Camera.