Roma, 4 dic. 2014: “Ribadisco il mio apprezzamento per il ‘metodo’
impostato da Matteo Renzi sulla legge elettorale, una riforma delle regole da sottrarre alla logica della maggioranza per offrirla al libero confronto parlamentare. Al segretario Pd abbiamo posto due sole, specifiche richieste: qualunque riforma deve rafforzare il bipolarismo e contenere quanto più possibile di maggioritario. Su questo strada è facile incamminarsi e trovare un punto di accordo. Forza Italia, a differenza di altre formazioni minori, non ha pregiudizi verso nessuno dei meccanismi elettorali illustrati da Renzi. Farà conoscere la propria proposta negli incontri bilaterali che il segretario Pd ha detto di volere con tutti i leader politici. In quella sede sono sicura che Renzi farà conoscere anche la proposta del Pd al cui interno, come si sa, ci sono punti di vista diversi e in qualche caso radicalmente diversi. Nessuno può togliere le castagne dal fuoco a Renzi il quale, da politico consumato, saprà trovare una giusta sintesi nel suo partito così da avere entrambi, Pd e Forza Italia, due proposte definite al momento del confronto” (ITALPRESS).

Categorie: Comunicati