Roma, 28 gen. 2014: No al ritorno delle preferenze e blindare i principi su cui è stata costruita l’ intesa fra Berlusconi e Renzi. Sono i punti non trattabili per Forza Italia e spiegati da Mariastella Gelmini in un’ intervista a Libero. “Le preferenze sono state bocciate da un referendum, fanno lievitare i costi della politica e rappresentano terreno fertile per le lobbies e i clientelismi. Su questo punto non si arretra. Vede, l’ intesa è blindata sui principi: maggioritario e bipolarismo sono nel Dna dell’ elettorato. Conoscere il giorno stesso, a urne chiuse, chi sarà il premier e quale maggioranza lo sosterrà in Parlamento sono due conquiste innegabili per la democrazia. E irrinunciabili, per noi e per Renzi. Gli italiani hanno il diritto, dopo tanti anni, di avere un meccanismo elettorale per cui la sera delle votazioni, chiuse le urne, si sappia chi è il premier e da quale maggioranza sarà sostenuto. Su questi punti – è la conclusione perentoria – non ci sono discussioni da riaprire” (ITALPRESS).