Roma, 4 feb. 2014: La riforma elettorale all’ esame del Parlamento produce i primi positivi frutti. Il più importante è la chiarezza all’ interno degli schieramenti. Per tutte le forze politiche, sarà più agevole riconoscersi nella coalizione che meglio interpreta la loro posizione”. Così su Facebook Mariastella Gelmini.
“Questo spirito è stato colto da Pierferdinando Casini prima di altri. La sua lunga e tenace battaglia per l’ affermazione di un terzo polo centrista, europeo e popolare si conclude nel segno della coerenza: e non per abbandono della meta, ma per la presa d’ atto che essa è più facilmente raggiungibile all’ interno di una grande famiglia politica quale è il centrodestra incardinato saldamente in Forza Italia. E’ così in tutta Europa. Dalla Spagna alla Germania, i Popolari alzano un solo vessillo. Laddove sono stati tentati esperimenti terzaforzisti, penso alla Francia, si sono conclusi allo stesso modo, con la divisione dell’ elettorato fra il centrodestra e la sinistra. E’ la logica bipolare tipica di ogni democrazia matura e responsabile. E’ anche la direzione di marcia chiesta a gran voce dall’ elettorato desideroso di una semplificazione parlamentare che agevoli il governo del Paese e la stabilita’ delle maggioranze” (ITALPRESS).