Milano, 14 giu. 2014: “E’ assolutamente indispensabile il contributo che stiamo offrendo in Regione alla riforma della Sanità lombarda. Il nostro  è un apporto molto importante di idee e di esperienza. Lo dimostra la proposta dei manager a rotazione negli ospedali come misura anticorruzione indicata dall’assessore alla Sanità Mantovani. Forza Italia c’è e sta lavorando al Libro bianco annunciato da Maroni. Siamo presenti e faremo entrare nella riforma la nostra impostazione, il che significa efficienza, qualità, innovazione, costi contenuti anche grazie al coinvolgimento dei privati pur nella garanzia dei benefici che sono propri del welfare pubblico. La responsabilità di una figura come il professor Veronesi nella stesura delle nuove linee guida alla base dello sviluppo del sistema sanitario lombardo è la conferma della bontaà della nostra impostazione aperta e liberale. Finora il modello sanitario lombardo ha rappresentato un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale. La riforma valorizzerà gli elementi positivi e riempirà le lacune intervenendo per aumentare la trasparenza e la correttezza di comportamenti. Daremo un’impronta innovativa al modello sanitario che sta nascendo come è nella tradizione di Forza Italia. Ricordo che quando il centrodestra governava Milano fu istituito per la prima volta l’assessorato alla Sanità, poi cancellato. Pensiamo a come sarebbe utile oggi quel modello, con l’emergenza profughi e i necessari interventi di profilassi e di aiuto. Senza parlare del tema di Expo che mette l’accento sulla sicurezza alimentare e sugli stili di vita corretti. Tutto questo ha rappresentato un punto molto alto dal punto di vista culturale, della centralità della persona, dell’innovazione. Ne faremo tesoro anche nella riforma della Sanità lombarda.” (AGI)