Roma, 25 giu. 2015: “Sono vicina alle forze dell’ordine e solidale con la protesta organizzata dal sindacato autonomo di polizia contro l’introduzione del reato di tortura”. Lo dice in una nota  Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera. “In un tempo – continua – in cui si chiede alle forze dell’ordine di moltiplicare gli sforzi nella loro azione di contrasto contro il crimine organizzato e si tagliano i fondi pubblici, trovo assurdo che il governo agisca per creare intralci e lanciare sospetti su chi deve sobbarcarsi la fatica quotidiana di vigilare sulla nostra sicurezza collettiva”.

“La legge introdotta dal Parlamento è sbagliata, sul piano politico e sociale. Agirà da ulteriore inibitore nei servizi d’ordine pubblico. Sul piano sociale, invece, rischia di mettere le forze dell’ordine sul banco degli imputati, a prescindere dall’accertamento della dinamica dei fatti”, conclude (LaPresse).