Gelmini, Forza Italia: M5S. Italiani attenti a nostalgie di Grillo

Roma, 6 mag. 2014: “Beppe Grillo non sa più trattenersi e, saltati i freni inibitori, si lancia nella difesa appassionata del comunismo. ‘ Era bellissimo’, ha detto il comico in un comizio a Cagliari. Come dargli torto? Un dittatore e una classe di mandarini dominavano sulla vita di ogni cittadino, la scrutavano a ogni ora del giorno e della notte e decidevano in qualsiasi momento quando quella vita doveva ‘ sparire'”.Grillo va seguito nei suoi comizi e merita tutta l’ attenzione necessaria perché le sue pulsioni autoritarie non sono una semplice trovata per strappare applausi e prendere voti. Grillo è esattamente quello che dice. Al netto dei tatticismi elettorali (rubare voti al PD e contendere terreno a Tzipras),
Grillo mette in piazza la sua natura autoritaria, e con qualche tratto diabolico, perché questa è la sua natura. Odia la democrazia, come ama ripetere spesso, e crede fermamente nel controllo della volontà di ogni persona. Gli italiani faranno bene a riflettere prima di affidare il loro voto a un personaggio inquietante e pericoloso” (Dire).