Gelmini, Forza Italia: Migranti. Renzi fa proclami di carta

Roma, 7 gen. 2015: “Il governo Renzi deve decidere se continuare a lanciare proclami di carta o costringere l’Europa a difendere concretamente i suoi ma soprattutto i nostri confini. Va detto chiaro e tondo che è un ‘non senso’ la minacciata sospensione di Schengen. Che metterebbe a rischio di fatto i confini italiani. Infatti, il trattato di Schengen disciplina gli spostamenti interni alla Ue, come ha ricordato l’Onorevole Ravetto”. Lo dichiara in una nota, Mariastella Gelmini, vice capo gruppo vicario di  Forza Italia. “Il risultato di una sospensione di Schengen esporrebbe i paesi del Sud Europa, a partire dall’Italia, ad una pressione dei flussi migratori indiscriminata, a dir poco insostenibile. Una soluzione utile sarebbe l’esatto  contrario: rafforzamento di Schengen e forte tutela delle frontiere esterne, a partire dal confine meridionale nel Mediterraneo. Solo così – prosegue Gelmini – si potrebbero arginare gli sbarchi. E a proposito di tutela del nostro paese, occorre dire no allo ius soli, così come lo interpreta il governo. Il diritto alla cittadinanza deve essere una conquista consapevole, non un regalo indiscriminato che metterebbe a rischio la convivenza nel nostro paese” (9Colonne).